PDF Stampa E-mail

Campo di lavoro in Romania

 

La Confederazione Mondiale Exallievi/e Don Bosco ogni anno coinvolge i giovani exallievi dai 18 ai 30 anni in esperienze estive all’estero, in realtà completamente diverse dalla nostra.
Per due anni consecutivi alcuni giovani exallievi appartenenti all’Unione di Barriera hanno partecipato al campo di lavoro a Constanta, in Romania, condividendo questa esperienza con exallievi provenienti da ogni parte dell’Italia. 

 

La Comunità dei Salesiani, presente a Costanza da circa sette anni, ha realizzato per i giovani un oratorio, due case-famiglia (una maschile e una femminile) per i ragazzi che hanno vissuto nella strada, un atelier in cui si insegna alle ragazze a creare e a confezionare indumenti, offrendo anche la possibilità di un’occupazione interna allo stesso, due laboratori di informatica, un centro diurno per i ragazzi di strada.

 

Il campo di lavoro consiste in un’esperienza di circa due settimane in un paese con situazioni di povertà e disagio, in cui ognuno dei partecipanti, animato da spirito di adattamento e voglia di aprirsi agli altri, si mette a disposizione dei salesiani che operano localmente per svolgere delle attività a favore della gente che vive in questi paesi.

A questa esperienza, svoltosi presso il Centro Salesiano Don Bosco di Costanta, dal 05 al 19 Agosto 2006, hanno partecipato: Antonio, Giovanni, Sebastiano, Giuseppe S., Giuseppe M., Massimiliano, Aurelio.

 

La giornata tipo prevedeva una prima parte, la mattina, dedicata a lavori manuali (muratura, falegnameria, pittura) ed una seconda parte, pomeriggio-sera, dedicata all’animazione in oratorio e dei ragazzi ospiti della casa famiglia.

La partecipazione a queste iniziative permette ai giovani di scoprire la ricchezza e il fascino di culture diverse partecipando ad attività di solidarietà e impegnandosi concretamente nella costruzione di un mondo più solidale. Si tratta di un’esperienza indimenticabile in cui il donarsi diviene un vero e proprio arricchimento personale, il segno di come oggi gli exallievi possono operare fattivamente nella società testimoniando il carisma proprio di Don Bosco.