PDF Stampa E-mail

 La storia del Santuario Sacro Cuore inizia con la concessione di 400 mq di terreno da parte di Mons. Ventimiglia per la edificazione di una chiesa, la deliberazione fu approvata dalla Giunta Provinciale Amministrativa nella seduta del 15 Marzo del 1900. Il Cardinale Arcivescovo, conoscendo tale deliberazione, tra il XIX secolo e XX, propose di consacrare tutta l’intera Diocesi al Sacro Cuore di Gesù, con una lettera Pastorale diretta alla sua Diocesi in data 16 Maggio 1900. Il 1° Luglio del 1900 con l’intervento dei Sodalizi della città, l’Arcivescovo benedisse la 1° pietra dell’erigendoTempio.

 

Il 9 Novembre 1902 il Cardinale benedisse una statua del Sacro Cuore, opera dell’artista Moschetti, che fu posta sull’altare maggiore del Santuario. L’inaugurazione solenne avvenne il 26 luglio 1914, in concomitanza col venticinquesimo Congresso Eucaristico Internazionale, che si teneva a Lourdes dal 22 al 26 luglio. Già nel 1924, per iniziativa di Don Bonaventura Zarbà usciva mensilmente un periodico mensile " Il Sacro Cuore", nel quale oltre a far conoscere la vita del Santuario e dell’Ospizio pubblicava articoli di formazione umana.Per la festa di Maria Ausiliatrice, del 1933, fu eretta canonicamente l’Associazione di Maria Ausiliatrice e in quella circostanza un’immagine di Maria Ausiliatrice adornò il Santuario.

 

Con particolare devozione era svolta ogni anno, preceduta da un solenne triduo, la festa del Sacro Cuore, ne dà testimonianza un denso programma del 1933. Il giorno dell’Immacolata del 1934 fu inaugurato l’Oratorio. I lavori di ampliamento e di sistemazione del Santuario, iniziarono nel maggio del 1937. I festeggiamenti per l’inaugurazione del restaurato, si svolsero dal 4 al 11 settembre 1938, il 5 l’arcivescovo inviò al direttore dell’Ospizio Don Mauro Spitale una lettera.

 

Le feste delle Sacre Quarantore, di Maria Ausiliatrice, del Sacro Cuore, dell’Immacolata assumono sempre più una solennità speciale. Tra le prime funzioni celebrate si può ricordare la solenne funzione del 27 Aprile del 1941 per benedire l’artistica statua di Sant'Agata. I principali servizi, che normalmente si svolgevano in una Parrocchia, erano svolti, da vari anni nel Santuario dai Salesiani, quindi S. E. Mons. Carmelo Patané credette opportuno di erigere il Santuario a Parrocchia.